Camminando insieme: pagina dedicata alle comunità LGBT Cristiane

filmato-congresso

tre-volte-genitori-quale-pastorale-per-noi-famiglie-con-figli-lgbt

CAMMINI DI SPERANZA SULLA STRAGE DI ORLANDO

 

 

 

 

 

Aiuti alla Tunisia

la solidarietà lgbt di ispirazione cristiana.

IV FORUM DEI CRISTIANI LGBT ITALIANI

Si è appena concluso il IV FORUM DEI CRISTIANI LGBT ITALIANI [1],
che ha avuto luogo da VENERDÌ 15 A DOMENICA 17 APRILE 2016 nella
_CASA DI ACCOGLIENZA SAN GIROLAMO EMILIANI DEI PADRI SOMASCHI_ alle
porte di Albano Laziale (Roma), a cui HANNO PARTECIPATO più di 150
PERSONE, tra gay, lesbiche, bisex e trangender (LGBT) cristiani, i
loro genitori e gli operatori pastorali giunti da diverse diocesi
italiane.

Il cammino del Forum 2016 è stato arricchito da momenti di intensa
fraternità, da incontri di scambio reciproco e di formazione. Nello
specifico sono stati organizzati 12 workshop [2] di discussione
tematici su:

* _“Coming out in famiglia: la consapevolezza di sé come
testimonianza”;_
* _ “Peccato di genere? O che genere di peccato?
L’omosessualità nella Bibbia”;_
* _“RelazioniAMOci. Essere coppia” [3]; _
* _“Gender: tra bisogno di chiarezza ed assunzione di
responsabilità”;_
* _“TRANSizioni. Il cammino delle persone transessuali per essere
sé stessi”; _
* _“Gli esiti del Sinodo sulla famiglia. Sull’omosessualità un
silenzio rumoroso”;_
* _Il nostro Giubileo: “Misericordia voglio e non sacrifici”
[4]; _
* _“Dalle famiglie altre, alle altre famiglie” [5];_
* _“Quando il Coming Out irrompe in una famiglia cristiana”
[6];_
* _ed il laboratorio di preghiera “Chiesa casa di tutti”._

Sono stati poi presentati gli interessanti risultati del
_“Rapporto 2016 sui gruppi di cristiani omosessuali e la pastorale
LGBT in Italia [7]” _curato da GIULIANA ARNONE, (dottoranda
dell’Università degli Studi di Padova Dipartimento di Scienze
Storiche, Geografiche e dell’Antichità (DiSSGeA).

Molto ricche di spunti di riflessione sono risultate le diverse
testimonianze, tra cui quella sul “_TRENTENNALE CAMMINO IN
PARROCCHIA DEI FRATELLI DELL’ELPIS, I CRISTIANI LGBT DI CATANIA_
[8]_”, _quella di una coppia di genitori cattolici con figlio gay
[9] del Gruppo Davide per genitori cattolici con figli LGBT di
Parma, della _Pastora metodista Joylin Galapon_
sull’accompagnamento pastorale di una coppia gay, l’esperienza di
accoglienza nella parrocchia romana di San Fulgenzio [10] del Gruppo
Giovani di Nuova Proposta e quella presentata da Andrea Rubera sul
cammino della nascente associazione nazionale “Cammini di
speranza” [11].

Da segnalare il contributo dal filosofo DAMIANO MIGLIORINI (autore
de L’amore omosessuale. Cittadella Editrice, 2014)_ che_ ha
invitato i cattolici omosessuali e i loro genitori [12] a diventare
da soggetti ricevitori di una pastorale, a “_portatori di una
pastorale a favore degli altri. Dal chiedere dalla Chiesa una
pastorale speciale, ci stiamo chiedendo se siamo noi a poterne
offrire una alla Chiesa. […] se pensiamo a quanto importante è la
relazione per acquisire una verità, allora non possiamo sottrarci
al compito primario di instaurare relazioni, fatte di parresia e
apertura di cuore. Questa è la pastorale che possiamo svolgere nei
loro confronti, sapendone accettare con pazienza e tenerezza le
lentezze, le ruvidezze, le incomprensioni; siamo noi a dover fare il
primo passo!_”.

Non ultima è stata la gradita sorpresa di vivere un momento di
preghiera comunitaria con il Vescovo della diocesi di Albano, mons
MAR_CELLO SEMERARO_, che ha voluto incontrare e dialogare
personalmente con i genitori con figli LGBT e gli operatori
pastorali presenti.

Ma se nelle prime due edizioni del Forum dei Cristiani LGBT italiani
ci si è interrogati sulle difficoltà che vivono le persone
omosessuali nelle chiese; se nello scorso Forum si è riflettuto su
quali cambiamenti deve fare la Chiesa Cattolica per accogliere le
persone omosessuali; quest’anno nei 15 LABORATORI finali del IV
Forum di Albano [1], abbiamo voluto invitare tutti a interrogarsi
concretamente su_: Cosa posso fare concretamente IO, come laico o
religioso, come figlio LGBT o suo genitore, per favorire
l’accoglienza concreta delle persone LGBT nella mia chiesa (locale
e non)? _e su_ “Quali iniziative invece devono realizzare
prioritariamente i gruppi di credenti LGBT per favorire il
cambiamento nelle nostre comunità cristiane?”_

In ognuno dei 15 LABORATORI DEL FORUM 2016 è stato chiesto ai
partecipanti d’individuare delle sollecitazioni personali e
collettive, delle proposte concrete e condivise, che confluiranno
nel documento finale del Forum 2016 (che sarà pubblicato a metà
maggio) che raccoglierà le sfide concrete che attendono i
partecipanti al Forum al loro ritorno a casa.

Dai laboratori sono scaturite riflessioni di grande forza, in cui
ritornano spesso parole come: _testimoniare con la propria vita,
fare rete insieme, essere in dialogo, essere accoglienti, usare i
propri doni, conoscere; _perché come ricorda uno dei gruppo di
lavoro: “_Noi siamo Chiesa, Popolo di Dio, e siamo chiamati a
aiutare questa nostra “Madre” puntando ad una inversione di
prospettiva, in cui non è la Chiesa che aiuta noi, ma noi che
cerchiamo di aiutare Lei (ad essere più inclusiva)”. _

Le testimonianze, le relazioni e i testi PRESENTATI AL IV FORUM sono
già disponibili sul sito del Forum Italiano [13] o sul sito del
Progetto Gionata [14]

In attesa del documento finale del Forum è partito l’invito a tutti
i “_cristiani di buona volontà_” a partecipare anche quest’anno
alle tante VEGLIE E CULTI CHE RICORDERANNO LE VITTIME
DELL’OMOTRANSFOBIA [15] che avranno luogo, per la DECIMA VOLTA, in
tante parrocchie cattoliche e chiese evangeliche di tutta Italia nei
giorni precedenti e successivi al 17 MAGGIO, giornata mondiale
contro l’omotransfobia.

Veglie e culti ecumenici uniti quest’anno dal versetto “_Amatevi
come io vi ho amato_” (Giovanni 13,35) e su cui troverete ampie
notizie a partire da questo fine settimana su
https://inveglia.wordpress.com/ [16] o, come sempre, sul portale
Gionata [15]

Un invito a pregare insieme per ricordare le vittime della violenza
dell’omofobia che è stato rilanciato quest’anno oltre che dal Forum
dei Cristiani LGBT [17], dalla COMMISSIONE FEDE E OMOSESSUALITÀ
DELLE CHIESE BATTISTA METODISTA VALDESE, DA SAMARIA [18]
(l’Associazione cristiana di solidarietà lgbt), da CAMMINI DI
SPERANZA [19] e dal PROGETTO GIONATA [14] e da tante realtà di fede
che hanno voluto farsi testimoni della speranza del cambiamento
nella società e nelle chiese.

INFO> FORUM DEI CRISTIANI LGBT> Email: FORUMCRISTIANILGBT@GMAIL.COM

.

ATTI DEL FORUM 2016

_PECCATO DI GENERE? O CHE GENERE DI PECCATO? L’OMOSESSUALITÀ
NELLA BIBBIA_ [20] Intervento tenuto da Ermanno Martignetti* nel
workshop biblico del IV Forum dei Cristiani LGBT (Albano Laziale, 16
aprile 2016)

_OMOSESSUALITÀ. PENSARE E SOGNARE UNA PASTORALE PER LA CHIESA: DAI
NODI TEORETICI ALL’AMARIS LAETITIA [21] _Intervento presentato dal
filosofo Damiano Migliorini al IV Forum dei Cristiani LGBT di Albano
Laziale il 16 aprile 2016

_CARI GENITORI, BENEDITE I VOSTRI FIGLI LGBT E DIO VI BENEDIRÀ [21]
_Testimonianza di Michela e Corrado Contini letta al IV Forum dei
Cristiani LGBT di Albano Laziale il 16 aprile 2016)

_IL TRENTENNALE CAMMINO IN PARROCCHIA DEI FRATELLI DELL’ELPIS, I
CRISTIANI LGBT DI CATANIA_ [8]Testimonianza del Gruppo Fratelli
dell’Elpis, cristiani LGBT di Catania presentata al IV Forum dei
Cristiani LGBT di Albano Laziale il 17 aprile 2016

_IL GRUPPO GIOVANI DI NUOVA PROPOSTA. UNA “CASA COMUNE” IN CUI
VIVERE LA FEDE ALLA LUCE DEL MONDO [22] _Testimonianza di Giulia del
Gruppo Giovani di Nuova Proposta di Roma presentata al IV Forum dei
Cristiani LGBT di Albano Laziale

_CAMMINI DI SPERANZA, UN PONTE FRA LA CHIESA E LE PERSONE LGBT [23]
_Presentazione dell’associazione Cammini di Speranza fatta al IV
Forum dei Cristiani LGBT (Albano Laziale, 16 aprile 2016)

.

* Il FORUM DEI CRISTIANI LGBT è una Rete informale che unisce, dal
novembre 2009, i singoli, i gruppi e le varie realtà locali e
nazionali dei cristiani LGBT italiani, per aiutarli a fare rete
facilitando la comunicazione tra loro, favorendo la realizzazione
d’iniziative comuni e promuovendo l’accoglienza concreta delle
persone LGBT nelle varie comunità e chiese cristiane italiane.