È colpa mia?

Ti sei mai chiesto se hai fatto qualcosa male?
Se c’è qualcosa che hai sbagliato?

Per quale motivo ti è successo questo? Non sentirti colpevole: non hai fatto niente sbagliato. Tuo figlio/a non è così per qualcosa che tu hai fatto né per qualcosa che ha fatto qualcun altro.

il vecchio mito psicologico secondo il quale l’omosessualità indica un padre debole e una madre dominante è stato ormai da tempo smentito da svariati studi. Gli unici psicologi che mantengono ancora queste posizioni sono quelli che hanno secondi fini (tipicamente religiosi), o un atteggiamento profondamente omofobo. La scienza obiettiva è da tanto tempo che ha abbandonato l’idea secondo la quale i genitori hanno un effetto significativo sugli orientamenti eterosessuali, omosessuali o transessuali dei figli. Il contributo emotivo più importante che può dare un genitore alle vite dei suoi figli è amarli. E ora che sai l’orientamento di tuo figlio, avrà bisogno di più amore e appoggio che mai.