Vite

L’idea di una serie di filmati da utilizzare in azioni di sensibilizzazione in ambiente scolastico e non solo è stata al centro del progetto “Genitori attivi per una scuola inclusiva DUE – Riduzione delle diverse forme di pregiudizio e di bullismo omofobico e transfobico tra gli studenti e le studentesse, attraverso la formazione, l’informazione, la sensibilizzazione e l’empatia. Coinvolgimento attivo dei genitori e delle famiglie per una scuola più inclusiva, rispettosa e sicura per tutti.” Prosecuzione dell’attività portata avanti con il progetto precedente, presentato al MIUR come associazione aderente al FoNAGS e finanziato con Decreto n° 528 del 30/03/2018.

I temi individuati sono stati il Coming Out (dire al mondo che ti circonda che sei omosessuale); le persone transgender (affrontare un cambiamento radicale) e l’omogenitorialità (decidere di diventare genitore).
Tre stati esistenziali immensi che meritano un capitolo a testa in un piccolo film. Tre capitoli distinti che potranno essere utilizzati separatamente oppure come parti di un’unica grande riflessione.
Tre capitoli che insieme compongono un unico sguardo organico delicato, profondo e ironico. Esattamente come è la nostra vita quando ci troviamo ad affrontare certe scommesse dell’esistenza: mai solo tragica, mai solo comica.
L’obiettivo comune dei tre capitoli è quello di raccontare momenti di vita, mostrandoli nella loro verità. Le storie raccontate non vogliono definire o giudicare, bensì mostrare le incredibili sfaccettature dei nostri sentimenti e bisogni, facendo conoscere a giovani e adulti una realtà complessa, diversa.

Coming Out – Capitolo 1

Una persona fa coming out e da quel momento la sua vita cambia. E insieme alla sua vita cambia anche quella delle persone che gli stanno intorno. I genitori, gli amici, i nonni (dirlo o non dirlo anche ai parenti è un annoso problema), i compagni di classe, i migliori amici, gli insegnanti, ma anche i nipoti, a volte i partner, a volte i figli.
Le testimonianze di chi il coming out l’ha fatto e di chi l’ha ricevuto.

Marta e Gianmarco – Capitolo 2

Seguiamo la vita di due persone transessuali, la loro quotidianità, la loro giornata, il loro lavoro, gli affetti, la vita intima e attraverso questa vicinanza ascoltiamo il percorso esistenziale che hanno fatto per arrivare ad essere ciò che sentivano di essere da sempre.

Metti, una sera a cena – Capitolo 3

Diventare genitori. Una scelta difficile di questi tempi per tutti, a maggior ragione per chi decide di fare un passo così importante partendo da una condizione di “alterità”.
Non solo domande universali come: “Sarò una brava madre? Un bravo padre? Riuscirò a trasmettere dei valori? Avremo ancora del tempo per noi? Ci aiuteremo o farò tutto da sola?” ma, in questo caso, anche altre domande come: “Lo prenderanno in giro? E se trova un insegnante omofobo? Devo coinvolgere gli zii? È giusto? Sono egoista? E chi mi conosce capirà? O penserà: ok omosessuali ma genitori mi sembra un po’ troppo?”.
Un incontro a cena tra coppie di genitori eterosessuali e omosessuali si trasforma in una sorta di dibattito informale sul vasto tema della famiglia in tutte le sue declinazioni, i piccoli problemi quotidiani, l’educazione e la crescita dei figli.

Finalità del progetto è quella di favorire l’elaborazione e la riflessione di temi importanti come quello della comprensione e del rispetto delle persone LGBT+ (lesbiche, gay, bisessuali, trans, +) al fine di decostruire stereotipi e pregiudizi e promuovere quell’inclusione sociale che è alla base del benessere e della salute sociale di ogni individuo.
Finalità non secondaria è prevenire il disagio che i giovani omosessuali, bisessuali e trans vivono a causa del silenzio e dei pregiudizi che veicolano valori altamente dispregiativi nei loro confronti che può, nel medio-lungo termine, compromettere seriamente il loro adattamento psicosociale.

La produzione è stata affidata a Mattia Colombo e Alessandro Sampaoli con la collaborazione di Renata Ciaravino per Bored Cinematic Stories.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.